Modello Lettera Formale in Spagnolo

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di lettera formale in spagnolo da compilare e stampare.

Spesso si pensa che, oltre all’italiano, basti conoscere la lingua inglese per poter comunicare senza troppi problemi con qualsiasi cittadino del mondo. Ma la realtà è diversa, ogni Paese ha le sue usanze, le sue tradizioni e ovviamente il suo orgoglio nazionale. In altre parole, dovrai essere abile ad adeguarti ad una comunicazione multilingua che possa anche includere lo spagnolo, un’altra lingua diffusa, soprattutto se hai intenzione di comunicare con aziende o clienti non solo spagnoli, ma anche sudamericani. Ecco perché dovrai essere capace di preparare una lettera formale in spagnolo, nel caso si dovesse rendere necessario intavolare una comunicazione professionale con un madrelingua iberico.

Prima di vedere come scrivere una lettera formale in spagnolo, devi anche capire quali circostanze potrebbero spingerti verso questa operazione. Per esempio, potresti sentire la necessità di emigrare in un paese ispanofono, e per farlo potresti dover comunicare da subito con un’azienda con la quale hai preso o intendi prendere dei contatti. Ma la lettera formale in spagnolo può risultarti utile anche se ti sei già trasferito in Spagna per lavorare, e devi quindi comunicare con un’azienda o un cliente del posto, se vuoi dare un’ulteriore spinta di professionalità alla tua immagine, risultando più accattivante e convincente, l’inglese non è esattamente la scelta più idonea per questo tuo obiettivo. Infine, una lettera formale serve anche per intrattenere rapporti con personalità di spicco o che occupano un certo ruolo, anche a fini diplomatici.

Scrivere una lettera formale in spagnolo non è poi tanto diverso dallo scriverla in italiano, al contrario dell’inglese, infatti, l’idioma spagnolo ha tantissimi elementi sintattici e grammaticali in comune con l’italiano, e le due culture si somigliano parecchio anche ad un livello di comunicazione. Questo significa che la struttura non varia da una lingua all’altra, ma che al contrario variano le canoniche formule che dovrai utilizzare per dare alla tua lettera un registro formale, per le quali non basta una semplice traduzione fatta sul momento.

Il primo passo è preparare l’intestazione, ovvero la sezione della lettera che dovrà contenere i dati del mittente: in questo caso puoi utilizzare una formula sintattica generica come A quien pueda interesar oppure rivolgerla ad una persona specifica, scrivendo Estimado señor/. Fatto questo, hai già risolto con successo uno dei passaggi chiave di una lettera formale in spagnolo.

Adesso che hai preparato l’intestazione, ti restano ancora due sezioni da compilare, il corpo della lettera, che poi rappresenta anche il centro del messaggio e dunque l’argomento, e la sua conclusione. Nel primo caso esistono delle vere e proprie formule formali che puoi utilizzare per introdurre l’argomento del discorso, e che sono davvero simili alla controparte italiana, per esempio, puoi scrivere Escribo para pedir información sobre oppure una frase più formale come Le escribimos en referéncia. Va anche detto che altre frasi formali possono comunque adattarsi bene al contesto, come Estamos interesados en obtener, un costrutto sintattico utilissimo per fare una richiesta specifica.

Adesso che il grosso è fatto, devi trovare una formula perfetta per congedarti in modo elegante, e magari per specificare che aspetti a breve termine una risposta. Per esempio, potresti chiudere la lettera con Saludos o Respetuosamente, oppure richiedere una risposta con Espero tener noticias de Usted pronto o con Si requiere información adicional, sírvase a contactarme.

Il fac simile di lettera formale in spagnolo presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.

Fac Simile Lettera di Presentazione in Inglese

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile di lettera di presentazione in inglese da compilare e stampare.

Oggi sono numerosi i giovani che cercano lavoro, così come sono numerose le aziende che richiedono un ottimo livello di conoscenza e di padronanza dell’inglese. Quando poi devi effettuare una candidatura per un’azienda straniera, magari perché vuoi emigrare e fare una esperienza nuova, allora la conoscenza di questa lingua non diventa facoltative ma addirittura fondamentale. Il primo passo necessario per rispondere ad una candidatura reperita tramite un annuncio online è quello di compilare una lettera motivazionale da scrivere come corpo della mail e da inviare con il tuo curriculum. Ecco perché ti farà comodo ricevere alcuni preziosi consigli su come scrivere una lettera motivazionale in inglese.

Già detto dell’importanza della lingua inglese nel mondo professionale di oggi, va anche aggiunto che spesso il primo test relativo alla tua conoscenza di questo idioma avviene attraverso la lettera motivazionale. In sintesi, ogni azienda ne richiede una per capire sommariamente chi sei e quali sono le tue conoscenze, e non di rado anche le aziende italiane che cercano figure professionali ne richiedono una redatta in inglese. Quindi, non si scappa, dovrai essere in grado di preparare e poi di spedire una lettera di motivazione in questa lingua. Oggi ti daremo alcuni consigli utili per scriverne una che ti rappresenti in pieno e che vada incontro alle richieste dell’azienda.

In apparenza potresti essere portato a credere che non vi sia alcuna differenza fra una lettera motivazionale in inglese ed una scritta in italiano. Ma faresti un grave errore, perché la comunicazione varia anche in base al linguaggio che utilizzi. Questo significa che dovrai adattarti a questa lingua, e che dovrai scrivere una lettera motivazionale da zero, impostando il registro lessicale direttamente in funzione della lingua target. In altri termini, non c’è modo peggiore per cominciare che procedere alla scrittura di una lettera motivazionale in italiano e successivamente tradurla, o farla tradurre, in inglese. La differenza la si noterebbe subito, perché l’italiano è una lingua molto fumosa, al contrario, l’inglese è un idioma diretto, con pochi giri di parole e che mira subito al sodo.

Il primo consiglio per scrivere una lettera motivazionale in inglese te lo abbiamo appena accennato, devi andare dritto al dunque, facendo capire sin dalle prime righe qual è l’oggetto della discussione e dunque il fulcro della tua lettera. Nello scrivere la lettera, devi ragionare come ragionerebbe un madrelingua, se conosci bene l’inglese, il cambio di registro mentale dovrebbe risultarti automatico ed immediato, e non dovresti avere grossi problemi nel farlo. Una volta chiarito l’inizio e quindi la tua richiesta per quella posizione lavorativa, dovrai suscitare l’interesse di chi leggerà la tua lettera, proprio come faresti in italiano o in qualsiasi altra lingua del mondo. Questo significa che dovrai esaltare le tue qualità e spiegare in termini chiari e diretti perché dovrebbero scegliere te e quale valore aggiunto saresti in grado di donare all’azienda. Anche in questo caso, fallo con umiltà e sobrietà.

Una volta finita la scrittura della tua lettera di motivazione in inglese, non sei ancora pronto per spedirla, perché dovrai anche correggerla. Si tratta di un momento fondamentale quando scrivi in italiano, figurarsi in una lingua straniera, rileggila due o tre volte, attentamente, e cerca di scovare ogni singola virgola fuori posto, eliminando i refusi. Se ne hai scritto una breve, non dovrebbe essere un’operazione difficile, essere concisi, infatti, serve anche per minimizzare le possibilità di fare strafalcioni.

Il modello di lettera motivazionale in inglese presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.

Modello Lettera Commerciale in Francese

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di lettera commerciale in francese da compilare e stampare.

Scrivere una lettera commerciale non è un’impresa difficile, esistono delle regole da rispettare, soprattutto formali e di registro, e una volta presa familiarità con queste risulta essere abbastanza semplice redigerne una. Risulta essere una questione di automatismi e di utilizzo di formule verbali adatte alla situazione. Ma va anche detto che chi lavora in ambito commerciale spesso si trova ad interfacciarsi con clienti o aziende estere, e non sempre l’inglese risulta essere una lingua idonea per la comunicazione, per esempio, un’azienda o un cliente francese dovranno essere oggetto di una lettera commerciale scritta utilizzando il loro idioma. Oggi vedremo quindi come scrivere una lettera commerciale in francese, insieme ad alcuni consigli molto utili.

Scrivere una lettera commerciale, dunque dal registro formale e professionale, significa fare attenzione a utilizzare alcune formule sintattiche adatte all’occasione. Questo perché lo richiede l’etichetta. In realtà, come ti abbiamo già accennato in precedenza, basta prendere un minimo di familiarità con queste formule per potere preparare una lettera formale corretta ed in breve tempo. Le cose si complicano, però, quando bisogna compiere questa operazione usando una lingua particolare come il francese, elegante ma anche decisamente più complessa dell’inglese,  se un tutti noi abbiamo familiarità con una lingua come l’inglese, al contrario il francese, anche da un punto di vista grammaticale, può portare non poche difficoltà.

Come avviene in ogni lettera commerciale, la struttura dovrà essere rispettata e dunque la lettera dovrà obbligatoriamente cominciare con un’intestazione recante i dati del mittente e del destinatario, qui, come risulta essere ovvio che sia, non c’è alcuna difficoltà. I primi problemi emergono quando bisogna cominciare a rivolgere il testo al nostro destinatario, in questo caso i classici Mr e Miss vanno sostituiti con Monsieur e Madame, quando ci si rivolge ad una persona fisica. Se il destinatario è generico, per esempio un ente o un’azienda, formule come Aux principaux concernés, ovvero A chi di competenza, sono perfette per tenere la formalità del registro e per iniziare una lettera commerciale in francese.

Svolti i convenevoli, adesso viene la parte più importante di qualsiasi lettera commerciale, compresa quella in francese, l’introduzione dell’oggetto del discorso, objet. In questo caso, nonostante esistano anche altre formule, il nostro consiglio è di introdurre l’argomento che tratterai nella lettera con la frase En référence à, che di fatto significa In riferimento a. Dato che la lettera commerciale, per sua natura, non è mai lunga e non contempla giri di parole o ghirigori letterari, esistono anche delle formule sintattiche perfette per arrivare direttamente al dunque, senza per questo mancare di rispetto al mittente, quindi in modo gentile ed elegante. In questo senso, frasi come, Si cela ne vous occasionne aucun désagrément, o Je vous saurai gré de, Vi sarei grato se poteste, sono una soluzione molto discreta per introdurre una richiesta ben precisa.

La conclusione di una lettera formale è importante tanto quanto l’introduzione e l’uso delle corrette formule per richiedere qualcosa. A questo proposito, così come nelle lettere commerciali in inglese, esistono svariate formule che potrai utilizzare non solo per congedarti, ma anche per richiedere ad esempio una risposta in tempistiche brevi. Per esempio, N’hésitez pas à nous contacter pour toute une aide supplémentaire, Non esitate a contattarci per qualsiasi ulteriore chiarimento, oppure Je vous serais reconnaissant si vous pouviez étudier cette question aussi rapidement que possible, nel caso necessitiate di una risposta veloce.

Fac Simile Domanda di Assunzione

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile di domanda di assunzione da compilare e stampare.

Oggi, per via della crisi economica e della contrazione delle assunzioni da parte delle aziende, è diventato sempre più difficile spiccare tra la massa per ottenere un colloquio di lavoro. Nonostante i numerosi strumenti a disposizione per cercare un impiego, anche e soprattutto su Internet, la concorrenza degli altri candidati ti obbliga necessariamente a trovare un sistema per fare notare nell’immediato quelle qualità che potrebbero permetterti di superare gli altri, anche se ancora i selezionatori non hanno avuto modo di conoscerti di persona. Posto che un curriculum scritto in modo efficace, sintetico ma anche secondo modelli di nuova concezione è indispensabile, va anche detto che i selezionatori spesso nemmeno lo aprono, se non viene prima accompagnato da una domanda di assunzione, nota anche come lettera di presentazione. Oggi vedremo quindi come scrivere una domanda di assunzione.

La domanda di assunzione è una sorta di via di mezzo tra uno strumento di marketing, di branding personale e di giornalismo. In pratica, la sua struttura deve sostanzialmente seguire un percorso preciso, sollevando dei problemi ai quali il candidato possa essere in grado di dare delle risposte. Dunque, una lettera di presentazione dovrebbe immediatamente chiarire la specializzazione del candidato, ed il modo in cui le sue competenze potrebbero risultare utili all’azienda. Allo stesso tempo, deve essere precisato anche il ruolo per il quale ci si candida, una domanda di assunzione generica, che punti a più ruoli in simultanea, è destinata ad essere cestinata, perché le aziende sono sempre più orientate verso la ricerca di figure altamente specializzate.

La domanda di assunzione deve essere breve e stringata, dunque la vera difficoltà è riuscire a riassumere in poche righe tutti quegli aspetti in grado di stuzzicare chi dovrà poi decidere se darti la possibilità di farti conoscere durante il colloquio. Ma lo scritto deve anche sapere anticipare quelle che sono le tue competenze e le tue esperienze principali, così da spingere il selezionatore ad approfondire la conoscenza di questi elementi tramite la lettura del curriculum. In parole povere, devi saperti vendere bene, e la lettera di presentazione serve esclusivamente a questo, a dare un’anticipazione, anche creativa, di ciò che sei, di ciò che sai fare e di quanto guadagnerebbe l’azienda nell’assumerti.

I consigli che possiamo darti per farti capire come scrivere una domanda di assunzione continuano. Per iniziare, assicurati che sia scritta in italiano perfetto e di facile lettura, che possa essere compresa senza troppi sforzi, ma che possegga anche un pizzico di creatività. Lo stile dipende ovviamente dall’azienda che intendi ammaliare, per esempio, se vuoi candidarti per un ruolo creativo, deve emergere da ciò che scrivi che sai il fatto tuo in questo campo. Se invece il lavoro è più istituzionale, dovrai utilizzare un registro formale, ma formale non significa mai banale. Evita quindi di riempirla di frasi fatte, e di prendere la stessa domanda di assunzione e spedirla indistintamente a decine di aziende diverse.

C’è un altro aspetto da considerare, devi sempre e comunque dire la verità su chi sei e su quelle che sono le tue competenze. Potresti anche spacciarti per quello che non sei ed ottenere un colloquio, ma qui emergerebbero tutte le tue lacune e finiresti per collezionare una umiliante figuraccia. Infine, un altro aspetto importante: informati sempre sull’azienda, sulla sua storia e su quello di cui si occupa, perché all’interno della lettera di presentazione dovrai anche dire perché preferisci loro alle aziende concorrenti. Fai sempre emergere passione, quando scrivi una domanda di assunzione.

Il modello di domanda di assunzione presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.

Modello Contratto di Lavoro Agile

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello contratto di lavoro agile da compilare e stampare

Grazie alle recenti disposizioni, anche in Italia è stato introdotta la forma di lavoro agile, che all’estero è nota come smart working. Grazie a questa particolare tipologia di contratto, oggi persino presente presso le Pubbliche Amministrazioni, il dipendente può usufruire di un certo numero di ore lavorative da spendere a casa propria, dunque potendo contare su una maggiore flessibilità di orari. Il  contratto di lavoro agile ha due scopi, da un lato aumentare la produttività del dipendente, facendolo sentire più a proprio agio, e dall’altro aumentare la flessibilità delle logiche aziendali, abbattendo anche certi costi.

Già dall’introduzione, dovresti avere chiaro cosa risulta essere il contratto di lavoro agile, ma devi anche sapere una cosa, il contratto in smart working non può essere imposto dall’azienda, ma deve sempre trovare un’accettazione da parte del dipendente. Inoltre, almeno al momento, lo smart working non prevede lo svolgimento del lavoro solo da casa, solo una parte dell’orario lavorativo, infatti, verrà stabilita come collaborazione a distanza, e dunque non in azienda. Per le restanti ore, il dipendente è comunque obbligato a lavorare in sede, come farebbe normalmente.

Il lavoro agile deve essere regolato in forma scritta, ed è per questo che si parla di contratto, anche se va fatta una precisazione, più che un contratto di lavoro, lo smart working è una forma di lavoro, dunque indica le modalità di svolgimento dello stesso. Questo significa che il contratto di lavoro agile può essere applicato a qualsiasi contratto standard, come il part time, il contratto a tempo indeterminato o i contratti a termine. Fatta questa doverosa premessa, un contratto di lavoro agile dovrebbe sempre contenere dati quali la lista degli strumenti a disposizione del dipendente, ed i tempi di riposo che vengono ovviamente sanciti dalla legge in materia di lavoro e che valgono anche se si lavora da casa in smart working.

Questo dato deve essere sempre coerente con quanto riportato nel contratto di lavoro stipulato con l’azienda, in quanto il lavoro agile non può e non deve modificare la quantità di lavoro, ma limitarsi a definirne la modalità di svolgimento.

Il contratto di lavoro in smart working deve sempre prevedere il diritto alla disconnessione. In presenza di una piattaforma di lavoro telematica, che il dipendente utilizzerà da casa per lavorare in connessione con l’azienda, il lavoro agile, come detto, non potrà violare il numero di ore previste come da contratto. Ciò significa che il dipendente ha il diritto di separarsi dalla connessione lavorativa al termine delle ore concordate, e al di fuori delle fasce di reperibilità, senza per questo andare incontro ad alcuna violazione del contratto.

All’interno del contratto, generalmente è anche presente una sezione dedicata all’attrezzatura che l’azienda concede al dipendente per rendere possibile il lavoro agile. Questo significa che l’azienda si impegna a fornire al dipendente un computer portatile e tutti i software necessari per rendere possibile la connessione da casa con la sede dell’azienda stessa. Inoltre, il contratto in smart working prevede anche la possibilità di svolgere il lavoro presso alcuni punti aziendali, ed in questo caso viene garantita anche la presenza di una connessione alla rete.

Il fac simile di contratto di lavoro agile presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.