Fac Simile Contratto di Agenzia

Il contratto di agenzia è un contratto regolamentato dal Codice Civile, agli articoli 1742 e seguenti, per mezzo del quale una parte, detta proponente, affida all’altra parte, denominata agente, l’incarico di promuovere la conclusione di contratti aventi come oggetto l’attività del proponente e dietro corresponsione di un corrispettivo.

Ai sensi dell’articolo 1746 del codice civile, l’attività dell’agente consiste nella promozione della conclusione dei contratti, attività che si realizza visitando i clienti, spiegando le caratteristiche del prodotto e le clausole contrattuali. L’agente non possiede il potere di rappresentanza, dunque, sempre che non gli venga attribuito specificamente. Allo stesso modo, l’agente non possiede il potere di riscuotere per conto del proponente, e neppure quello di concedere sconti o dilazioni. Risulta essere tuttavia prevista, dall’articolo 1744 del codice civile, la possibilità che il proponente affidi tali poteri all’agente.

Dal contratto di agenzia derivano alcuni diritti e obblighi reciproci, il primo diritto, peraltro irrinunciabile, che possiede ciascuna delle due parti è quello di ottenere una copia del contratto stesso.

Risulta essere invece un diritto dell’agente quello di possedere una zona di esclusiva, all’interno della quale l’agente stesso svolge la propria attività e tutti i contratti conclusi in detta zona si ritengono stipulati in virtù dell’attività posta in essere dall’agente. Nonostante, però, dal contratto di agenzia derivi l’obbligo di non contrattare altri agenti nella zona di esclusiva, nulla vieta che l’imprenditore stesso, in proprio, possa comunque operare nella zona affidata all’agente, sempre che, nel fare ciò, non impedisca o eluda l’attività dell’agente.

Il diritto di esclusiva, però, opera anche a favore del proponente, l’agente, infatti, non potrà svolgere la propria attività per conto di altre aziende che siano in concorrenza tra di loro.

Risulta essere diritto dell’agente ricevere una provvigione per gli affari conclusi direttamente nonché per quelli promossi nella zona di competenza. Va tuttavia precisato che non è sufficiente la conclusione del contratto, ma è necessario allo stesso venga data regolare esecuzione.

Il contratto di agenzia può terminare per inadempimento di una delle due parti o per scadenza del termine. Nel caso lo scioglimento avvenga per scadenza del termine, il preponente è tenuto a corrispondere un’indennità, la quale serve a ricompensare l’agente per l’attività che questi ha portato all’azienda in modo permanente.

Il contratto di agenzia, infine, può prevedere la presenza di una clausola di non concorrenza, in virtù della quale, per massimo due anni dal termine del rapporto di agenzia, l’agente si obbliga a non svolgere attività in concorrenza con quella dell’agente, nella medesima zona a egli affidata. Nel caso il rapporto di agenzia includa l’obbligo di non concorrenza, il proponente è tenuto a liquidare, ai sensi dell’articolo 1751-bis, una speciale indennità.

Il fac simile di contratto di agenzia proposto in questa pagina è in formato Doc e può quindi essere modificato in modo semplice e veloce.

File