Fac Simile Contratto di Distacco di Lavoratori

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile di contratto di distacco di lavoratori.

Il contratto di distacco di lavoro è una delle possibilità che la normativa mette a disposizione delle aziende che hanno interesse a offrire una o più unità del proprio personale a un’altra azienda, in modo temporaneo. La presenza di un interesse nell’offerta del personale e la temporaneità della prestazione sono le due condizioni che differenziano il contratto di distacco di lavoro dal contratto di somministrazione di lavoro. Comprendere bene quale sia il perimetro di azione di queste due clausole è molto importante, visto che un’erronea interpretazione delle stesse farebbe ricadere il contratto, come detto, in un’illecita somministrazione di personale, sanzionata pesantemente a livello pecuniario e penale.

Il requisito della temporaneità è il più semplice da comprendere, non si può distaccare un lavoratore presso un’azienda terza a tempo indeterminato. La normativa, tuttavia, non fissa un termine massimo, questo, infatti, dipende dall’altro requisito, ovvero quello dell’interesse dell’azienda a distaccare lavoratori. Una volta che non sussiste più tale interesse, anche in presenza di un termine non ancora compiuto, il contratto di distacco di lavoro si convertirà automaticamente in un illecito contratto di somministrazione di lavoro, e dunque dovrà essere immediatamente concluso.

L’interesse dell’azienda al distacco del lavoratore è dunque la vera clausola che permette di definire se il contratto di distacco è legittimo o meno. Anche in questo caso la normativa non indica quale siano gli interessi che l’azienda può perseguire, la giurisprudenza, di conseguenza, ritiene valido qualsiasi interesse produttivo del distaccante, sempre che questo interesse non sia solo e unicamente la mera somministrazione di lavoro.

Vi deve essere dunque un interesse produttivo, qualsiasi interesse produttivo, alla base del contratto di distacco di lavoro, così, per esempio, l’impresa committente potrà avere interesse a distaccare un suo tecnico, un suo ingegnere, un suo architetto o anche un suo impiegato amministrativo presso l’impresa appaltante, al fine di controllare che l’esecuzione dei lavori appaltati rispetti quanto concordato o possa essere eseguita al meglio. Oppure, qualora l’impresa appaltante fosse carente di qualche specifica competenza, l’impresa appaltatrice potrà fornire propri dipendenti che possiedono le conoscenze o i requisiti che mancano all’impresa appaltante.

Detto questo, il lavoratore che viene distaccato non deve accettare il distacco, ma lo subirà in forma passiva, anche se è ovviamente bene avvisare il lavoratore, prima di distaccarlo, e possibilmente concordare con questi forme e modalità. Questo è vero fino a quando al lavoratore non vengano affidate mansioni differenti da quelle che svolgeva presso il distaccante oppure se il luogo di lavoro dista più di 50 km dalla sede del distaccante.

Il lavoratore distaccato non avrà diritto a ricevere integrazioni allo stipendio per il fatto di essere distaccato, mentre nel contratto di distacco di lavoro si potrà prevedere che l’impresa presso la quale viene distaccato il lavoratore fornisca un rimborso spese all’impresa che distacca il lavoratore. In questo senso è bene chiarire che il rimborso spese non dovrà superare i costi sostenuti dall’impresa distaccante, altrimenti si potrebbe rischiare di incorrere nuovamente in un contratto di somministrazione di lavoro illegittimo.

Dal punto di vista disciplinare, invece, il lavoratore distaccato dovrà sottostare alle direttive dell’impresa presso la quale è distaccato mentre il distaccante rimane titolare del potere di modificare il contratto di lavoro.

Tutti gli obblighi contributivi, infine, rimangono in capo all’impresa distaccante.

Il modello di contratto di distacco di lavoratori messo a disposizione può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.

File