Fac Simile Proposta Transattiva

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile di proposta transattiva da compilare e stampare.

Si tratta di un’opportunità preziosa per le due parti in causa, in quanto consente di snellire un contenzioso. Naturalmente lo scopo della proposta transattiva è di giungere ad un accordo tra le parti. Essa viene proposta da un giudice e messa all’attenzione dei due soggetti in causa. Se la transazione viene accettata, si arriva ad un accordo veloce e frutto di una soluzione mediata che possa accontentare entrambi. Risulta essere uno strumento giuridico particolarmente utile, per una vasta serie di motivi. Vediamo dunque di approfondire tutti gli aspetti più importanti della proposta transattiva.

La proposta transattiva, nota anche come transazione o scrittura transattiva, è un negozio giuridico avente lo scopo di porre fine ad un contenzioso. Risulta essere nota anche come scrittura per un motivo preciso, questa proposta è un vero e proprio contratto offerto dal giudice alle due parti. Di conseguenza, per potere essere considerato valido, questo documento transattivo deve essere accolto e firmato da entrambi i soggetti in causa. Volendo entrare maggiormente nel dettaglio, la transazione è un tentativo del giudice di arrivare ad un veloce accordo fra le parti. Di solito viene proposta quando il contenzioso non possiede una natura giuridica particolarmente complessa. Non a caso, spesso rviene proposto quando in ballo vi è un creditore e un debitore.

Risulta essere possibile rifarsi all’esempio anticipato poco sopra. Poniamo il caso che vi sia un soggetto che deve ad un altro una certa cifra. Le due parti non riescono ad accordarsi, e il creditore ha notevoli difficoltà ad incassare il proprio credito. In questa circostanza il giudice può intervenire proponendo una scrittura transattiva. In sintesi, può proporre un accordo tra le parti basato sulla riscossione di un credito inferiore alla cifra di partenza. Da un lato il creditore incasserà ovviamente di meno, dall’altro avrà però la possibilità di incassare immediatamente. Spesso il creditore accetta anche per un altro motivo: la proposta transattiva permette di evitare eventuali ribaltamenti della sentenza a suo sfavore.

Adesso che sai cosa risulta essere la proposta transattiva, è il caso di approfondire ancora questo negozio giuridico. In molti pensano infatti che si tratti di una concessione unilaterale. Nel senso che solo una parte rinuncia, di fatto, alle proprie richieste. In realtà non è così, dato che la proposta transattiva è una vera e propria concessione. Dunque un contratto che prevede delle rinunce da entrambe le parti. Questo è quanto stabilito dalla legge, anche se non vengono dati riferimenti sulle percentuali delle concessioni. Nel senso che non è obbligatorio trovare un accordo 50 e 50. Per rifarci all’esempio visto prima, un credito di 5.000 euro potrebbe essere per esempio abbassato a 3.500 euro. Il creditore rinuncia ad una parte della somma spettante, mentre il debitore riconosce la legittimità del credito.

Bisogna fare una precisazione sulle tempistiche di questo negozio. Nei fatti, il giudice può presentare la possibilità di una proposta transattiva sia durante una causa che in sede di procedura stragiudiziale. Una volta che il contratto viene accettato e firmato da entrambe le parti in causa, queste rinunciano al diritto di ricorrere nuovamente al giudice. Di fatto, emerge la possibilità di una nuova causa solo quando uno dei due contraenti risulta essere inadempiente. Chiaramente questa scrittura può essere usata per certe casistiche e per altre no. Per esempio, la proposta transattiva non copre la sottrazione di diritti, i contratti non leciti e altri casi simili. Di contro, può coprire i beni immobili ma solo previa registrazione tramite un notaio.

File