Fac Simile Reclamo Eni

In tutti i casi nei quali ricevete una fattura della corrente o dell’energia che è più gravosa rispetto al previsto o che è sproporzionata rispetto i vostri soliti consumi o ancora se avete subito un distacco per morosità nonostante aveste regolarmente pagato le bollette, quello che si deve fare è inoltrare un reclamo alla società che gestisce il servizio. Nello specifico, per quanto riguarda i servizi di fornitura di energia elettrica e di gas metano forniti da Eni, spiegheremo ora come inoltrare il reclamo presso l’ufficio reclami Eni.

Risulta essere questo un passaggio necessario per poter, eventualmente, porre in essere la procedura di conciliazione, questo significa che se non avrete inoltrato formalmente il reclamo come ora vedremo, non potrete far valere i vostri diritti in sede di conciliazione.

Il reclamo, per essere valido, dovrà essere fatto per scritto, è questa l’unica formalità richiesta. A parte questo Eni non prevede si debbano usare moduli particolare per fare il reclamo e che lo si debba indirizzare a uffici specifici. Sarà dunque sufficiente che scriviate una normale lettera di reclamo nella quale indicherete come destinatario Eni S.p.A. – Divisione Gas & Power – Casella Postale 71 – 20068 Peschiera Borromeo (MI). Il mittente sarà ovviamente il titolare della fornitura Eni che sarà anche colui che sottoscriverà la lettera. Indicate la data di sottoscrizione e come oggetto semplicemente Reclamo.

Nel corpo della lettera di reclamo dovete indicare gli estremi della vostra fornitura e le motivazioni per le quali sporgete reclamo. Tentate di essere il più semplici possibili, meno scrivete, spiegando comunque le cose in modo chiaro, meglio risulta essere. Alla lettera di reclamo dovrete allegare in copia ogni documentazione che supporti le vostre tesi e che sia in vostro possesso, per esempio le precedenti bollette nel caso contestiate una bolletta esageratamente costosa oppure le prove di pagamento nel caso contestiate un distacco per morosità quando le bollette invece erano regolarmente pagate. Dovrete anche allegare la copia di un documento di identità. Il reclamo, così scritto, va quindi inviato tramite raccomandata all’indirizzo indicato in precedenza. Volendo potete anche anticipare il reclamo via fax, scrivendo al numero verde 800 919 962, fax al quale comunque farete seguire l’invio della raccomandata.

In alternativa all’invio del reclamo tramite raccomandata, potete anche recarvi in un Eni Energy Store e compilare l’apposita scheda di Reclamo. Per sapere l’indirizzo dell’Eni Energy Store più vicino a casa vostra, potete utilizzare l’apposito strumento online che Eni mette a disposizione nel proprio sito internet.

Infine, è anche possibile mandare un reclamo a Eni online, compilando l’apposito modulo presente nella sezione Contattaci del sito Famiglia.eni.it, disponibile una volta loggati nella vostra area personale.

Entro ottanta giorni dalla data di ricezione della raccomandata, Eni vi risponderà, aderendo alla vostra posizione oppure spiegandovi le motivazioni alla base del comportamento tenuto dall’azienda. Qualora le motivazioni esposte da Eni non vi convincessero, avrete cinquanta giorni di tempo per iniziare la procedura di Conciliazione, secondo il Nuovo Regolamento di Conciliazione ENI-AACC. Nel caso il vostro reclamo Eni non ricevesse alcuna risposta, il decorso dei cinquanta giorni per aderire alla conciliazione inizia una volta terminati gli ottanta giorni a disposizione di Eni per rispondere al reclamo.

File