Fac Simile Revoca Mandato Avvocato

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile di revoca mandato avvocato.

Il rapporto giuridico esistente tra un avvocato e il proprio cliente è regolato da un contratto di mandato che l’avvocato fa sottoscrivere al cliente nel momento in cui gli viene affidata la controversia.

Questo contratto di mandato si basa su un elemento chiave, che è la fiducia, durante lo svolgimento del contratto infatti tra cliente e avvocato non deve mai venire meno la fiducia.

Nel caso, però, il cliente rilevi una scarsa disponibilità da parte dell’avvocato incaricato o ancora nel caso scorga dei vizi o errori formali, o in caso l’avvocato abbia commesso delle distrazioni è possibile effettuare la revoca del mandato all’avvocato.

Il contratto di mandato, infatti, è sempre revocabile, indipendentemente il mandato venga fatto ad un avvocato o a terzi per altri affari, tuttavia il mandatario va rifuso delle spese sostenute fino a quel momento. Questo significa che, nel momento in cui si revoca l’incarico a un avvocato, si dovranno pagargli le prestazioni e le spese sostenute fino alla data della revoca, e non quelle future.

L’avvocato, invece, una volta ricevuta la revoca da parte del proprio cliente ha il dovere di restituire tutta la documentazione in proprio possesso, e in originale, e di indicare le incombenze necessarie, a seconda dello stato della vertenza.

La revoca dell’incarico andrà pure notificata alle autorità giudiziali così come a queste dovrà essere indicato il nuovo avvocato difensore, che a sua volta depositerà il proprio mandato ad agire, ovvero la procura. Questo a dimostrazione che la revoca dell’incarico all’avvocato può essere effettuata in qualsiasi momento, sia nella fase pre giudiziale che durante un procedimento giudiziale.

La revoca dell’incarico all’avvocato, a sua volta, può essere data in qualsiasi forma, anche verbalmente. Tuttavia è sempre bene affidarsi alla forma scritta per avere una prova dell’atto di revoca del mandato.

Questo potrà essere consegnato a mano all’avvocato, e a tale scopo si richiede rilasci una ricevuta, o spedito via raccomandata con avviso di ricevimento. Entrambe queste soluzioni permettono di avere la certezza dell’invio della revoca, e della ricezione della stessa da parte del legale.

Una volta che l’avvocato ha ricevuto la revoca e che il cliente ha liquidato le sue competenze potrà essere nominato un nuovo avvocato, per questioni etiche, infatti, generalmente il nuovo avvocato non accetterà la nomina fino a quando il precedente collega non sia stato liquidato.

Va comunque detto che è possibile l’avvocato revocato riceva ancora comunicazioni riguardo la passata vertenza e in questo caso egli dovrà subito avvisare il cliente, inoltrando quanto ricevuto.

File