Lettera di Sollecito di Pagamento – Fac Simile

In questto articolo proponiamo un fac simile di lettera di sollecito di pagamento

Il sollecito di pagamento è un ricorso per tentare il recupero dei crediti; la crisi economica ha reso insoluti moltissimi clienti, purtroppo, e le aziende si ritrovano sempre più spesso a fare i conti con cattivi pagatori, proroghe di pagamento e quant’altro.

Chiunque effettui una prestazione di servizio o ceda dei beni deve necessariamente emettere una fattura indicando tutti i dati relativi all’azienda (soprattutto la partita IVA). Vanno chiaramente indicati anche tutti i dati identificativi dal cliente, sia esso una persona fisica che giuridica.

Per quanto riguarda il contenuto della fattura stessa, andranno indicate chiaramente le quantità, la descrizione del bene o del servizio, prezzo unitario e prezzo totale. Da non tralasciare anche eventuali sconti abbuoni. Andrà indicata anche l’aliquota IVA (o indicare l’esenzione) e l’importo totale dell’imposta.

La fattura va emessa, a seconda della natura dei beni, in momenti diversi, ovvero alla consegna se si tratta di un bene materiale, alla stipula del contratto per un bene immateriale oppure al momento del pagamento (acconto o salto) per i servizi.

Il pagamento di una fattura va fatto generalmente entro 30 giorni dalla sua ricezione, o dalla ricezione del bene, o dal termine del servizio offerto. Però tra aziende si possono concordare anche termini differenti. Oltre i 60 giorni bisogna però siglare l’accordo di pagamento in forma scritta.

A volte, però, nei termini di scadenza non arriva alcun pagamento. A quel punto la fattura si ritiene insoluta, e si procede con la lettera di sollecito. Andranno chiaramente calcolati gli interessi moratori fissati dalla BCE (si aggiornano ogni 6 mesi). I solleciti di pagamento vanno inviati preferibilmente tramite raccomandata con ricevuta di ritorno oppure tramite posta certificata.

Per stilare la missiva si possono seguire vari modelli già presenti sul web, ma in sostanza fondamentali sono i dati contenuti, ovvero

Dati identificativi dell’azienda creditrice o professionista

Importo totale da pagare

Riferimenti della fattura oggetto di sollecito, ovvero data e numero

Numero di eventuali altre lettere di sollecito

Un primo sollecito potrà e dovrà avere un tono amichevole, quasi un promemoria indirizzato al debitore. Per importi inferiori ai 77,47 euro non servirà la marca da bollo, e neanche se si indicano i riferimenti alla fattura ma non l’importo.

Qualora il primo sollecito non dia esito positivo, si provvederà ad un secondo sollecito, che avrà un tono più formale ma non eccessivamente pesante. Si può avvertire, però, che se non si vedrà saldata la fattura a breve, si ricorrerà per vie legali.

Se anche dopo il secondo sollecito non abbiamo avuto riscontro, allora il legale provvederà ad inviare una raccomandata con ricevuta di ritorno e costituirà in mora il creditore. IN questo caso l’importo andrà indicato obbligatoriamente.

Ecco un modello di sollecito di pagamento

Raccomandata A/R

Luogo, data __/__/____

Oggetto: Primo/secondo/ultimo sollecito di pagamento (o costituzione in mora)

Gentile Cliente,

-Per un primo sollecito

In base a controlli periodici contabili ci risulta che la fattura numero _____ del __/__/____ con termini di pagamento scaduti in data __/__/____ ad oggi non risulta ancora saldata.

Vi preghiamo di provvedere appena possibile a saldare la Vostra posizione nei confronti della nostra azienda, eventualmente per comodità tramite bonifico bancario al seguente IBAN ________________________________________

-Per un secondo sollecito

Con riferimento alla precedente lettera di sollecito inviata in data __/__/___ della quale non abbiamo avuto riscontro, Vi chiediamo nuovamente di saldare l’importo della fattura numero _____ del __/__/____ con termini di pagamento scaduti in data __/__/____ ad oggi non risulta ancora saldata. Potete anche saldare l’importo tramite bonifico bancario al seguente IBAN ________________________________________.

-Per un ultimo sollecito da parte di un avvocato

In riferimento alle nostre lettere di sollecito inviate in data __/__/____ e __/__/____ vi chiediamo di saldare la fattura numero _____ del __/__/____ con termini di pagamento scaduti in data __/__/____ per un importo di ____________ euro, entro il termine perentorio di 10 giorni.

Dovrete anche versare la ritenuta d’acconto come stabilito dalla legge.

La presente lettera ha validità di costituzione in mora. Qualora anche questo avviso non avesse riscontro, saremo costretti ad agire per vie legali.

Tutte e tre le casistiche si possono concludere con

Nel ringraziarvi per l’attenzione vi porgiamo i nostri più cordiali saluti.

File