Lettera Richiesta Part Time

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di lettera richiesta part time.

Il cambio del contratto di lavoro, da tempo pieno a part time, è una modifica possibile con il consenso di entrambe le parti, fatta eccezione per casi speciali. Questo significa che qualora si voglia richiedere un part time si dovrà rivolgersi al proprio datore di lavoro e spiegare a questi le ragioni che determinano l’esigenza di lavorare a tempo parziale.

Concedere l’approvazione di un part time sarà dunque a discrezione del datore, il quale comunque, in linea generale, preferirà pur sempre un collaboratore a tempo ridotto rispetto la scelta del collaboratore di licenziarsi. Risulta essere infatti logico che, nel caso il part time non venisse accordato, il lavoratore si troverà nella spiacevole condizione di dover scegliere tra proseguire con il rapporto di lavoro attuale, i cui orari però non si conformano con le sue esigenze, e cercare un lavoro part time presso altro datore di lavoro.

Dunque, anche se si tratta di un diritto del datore di lavoro concedere o meno una riduzione dell’orario di lavoro, è bene non mettere il datore di lavoro in difficoltà, ma anzi, metterlo in condizione di accettare, per esempio se in azienda vi fosse un altro lavoratore part time, che volesse invece passare al tempo pieno, e che potesse farsi carico delle medesime mansioni, è bene parlare con questi in modo da poter proporre al datore di lavoro già la situazione risolta.

Allo stesso modo indicare chi potrebbe sostituire il lavoratore nelle residue ore della giornata potrebbe creare le condizioni giuste affinché il datore di lavoro conceda il cambio da full time a part time. Anche il concorrere di situazioni particolari, come un periodo di calo del carico lavorativo, potrebbe essere di aiuto per l’approvazione della richiesta: solitamente una azienda, nel momento in cui si vede costretta a ridurre i costi, vedrà benevolmente il passaggio da full time a part time.

Insomma, il segreto per fare in modo che la richiesta part time venga approvata è mettersi nei panni dell’azienda: dal cambio di orario lavorativo non dovranno esserci svantaggi per l’impresa, di alcun tipo. nel caso ve ne fossero, come abbiamo detto, una ottima strategia è quella di presentare già delle soluzioni, come quella di trovare qualcuno che condivida il full time.

Infine, dicevamo all’inizio, ci sono delle situazioni nelle quali la riduzione dell’orario lavorativo diventa un diritto del lavoratore, come il caso della maternità: tuttavia, anche in questo caso, vanno sempre tenute in considerazione non solo le esigenze del lavoratore ma anche quelle del datore di lavoro.

File