Modello Lettera Richiesta Part Time

Richiedere un part time non rientra tra i diritti del lavoratore, il che significa che non per forza il datore di lavoro sarà costretto a accettare una tale richiesta. Certo che se un lavoratore richiede una riduzione dell’orario lavorativo, le ragioni che lo hanno portato a tale scelta, non saranno modificabili e dunque difficilmente il lavoratore accetterà una richiesta negativa e diversamente sarà costretto a dimettersi.

Il datore di lavoro, cosciente che il diniego della richiesta part time potrebbe comportare una lettera di dimissioni da parte del lavoratore, preferirà per quanto possibile una soluzione di mediazione, con la quale andare incontro al lavoratore nel rispetto delle necessità aziendali.

Per questo motivo, per richiedere un part time e vederlo accettato dal datore di lavoro si dovrà prima di tutto pensare alle necessità dell’azienda presso la quale si opera, meno danni provocherà la riduzione dell’orario di lavoro, più facile sarà che il datore di lavoro lo approvi.

Per esempio, se l’azienda è in crisi molto facilmente la richiesta di part time sarà accettata visto che comporterà una riduzione dei costi per l’azienda. Anche trovare un sostituto che potrà continuare la attività lavorativa nelle ore che si andranno a ridurre è una ottima soluzione che facilita la concessione del part time: in questo, infatti, la richiesta part time non comporterà un danneggiamento per le attività lavorative.

Altra possibile soluzione è quella di richiedere un part time di 30 ore settimanali o di 20 ore settimanali, in base alle esigenze aziendali, anche qualora il tempo che si voleva inizialmente richiedere fosse differente, la richiesta part time, infatti, è una vera e propria trattativa tra datore di lavoro e lavoratore. Risulta essere possibile dunque che, nel caso inizialmente il datore di lavoro non accetti la prima richiesta part time, modificando la stessa in modo da andare incontro alle esigenze del datore di lavoro, questa venga approvata.

Ci vuole dunque diplomazia e soprattutto la richiesta part time in ufficio deve essere basata sul dialogo tra datore di lavoro, o incaricato delle risorse umane, e lavoratore. Molto spesso prima di inoltrare la richiesta scritta come una proposta definitiva è bene intavolare la discussione in modo informale, spiegando al capo quali sono le problematiche che ci si trova ad affrontare e dunque illustrando perché si è costretti a richiedere una riduzione dell’orario di lavoro. Risulta essere in questo modo che si giungerà a comprendere appieno anche le esigenze della azienda oltre che le possibilità effettive di approvazione.

Nel caso in cui il part time non venga approvato non esistono molte soluzioni, si può provare a usufruire delle ferie e, casomai, successivamente richiedere l’aspettativa, con la garanzia del mantenimento del posto di lavoro, nel tentativo che le cause che hanno portato alla richiesta part time si risolvano e cessino.

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di lettera di richiesta di part time che può essere scaricato e modificato in base alle proprie esigenze prima di essere inviato alla propria azienda.

File