Modello Richiesta Iscrizione VIES

Il VIES è uno strumento elettronico sviluppato dalla Commissione Europea il cui fine è la trasmissione di informazioni relative alla identificazione IVA delle imprese registrate.

Non solo, grazie al VIES vengono anche trasmesse informazioni, tra le amministrazioni degli Stati membri, relative alle forniture intracomunitarie.

Per tale ragione lo Stato Italiano ha previsto l’obbligo di iscrizione al sistema VIES al fine di essere considerato soggetto passivo IVA nel momento in cui si effettua un’operazione intracomunitaria.

Ciò significa che la mancata iscrizione al VIES non permetterà all’azienda o al titolare di partita IVA di scaricare l’IVA pagata al momento dell’acquisto nell’altro Stato Europeo e di accedere al sistema del rimborso IVA.

A chiarire la situazione dal punto di vista interpretativo è intervenuta la Circolare n. 39/E/2011 dell’Agenzia delle Entrate, successivamente ribadito dalla RM n. 42/E/2012, nella qual viene chiarito che non può essere considerato soggetto passivo IVA, non solo ai sensi degli acquisti e cessioni intracomunitari di beni ma anche delle prestazioni di servizi di cui all’art. 7-ter del DPR n. 633/1972.

Chi non è iscritto nella banca dati delle partite IVA dei soggetti che possono operare a livello comunitario, dunque, paga l’IVA in Italia nel momento in cui effettua una cessione di beni o una prestazione di servizi ad un soggetto comunitario. Inoltre chi non è iscritto al VIES, nel caso effettui acquisti in un altro paese membro della UE, o riceva prestazioni di servizio da un soggetto di un altro paese membro della UE, non potrà procedere al reverse charge dell’IVA in Italia. Alla fattura si applicherà l’IVA dello Stato UE dove è stata emessa e l’acquirente italiano verrà considerato alla stregua di un consumatore finale.

La commissione europea mette a disposizione uno strumento online che permette di sapere se il soggetto titolare di partita IVA è iscritto o meno al VIES. In modo analogo anche l’ Agenzia delle Entrate mette a disposizione un servizio di ricerca online che permette di sapere se la partita IVA del soggetto comunitario è o meno iscritta al sistema elettronico di scambio dati sull’IVA a livello europeo.

L’iscrizione al VIES è dunque un obbligo che viene messo a carico di quei soggetti che intendano effettuare acquisti intercomunitari: questi dovranno preventivamente informarne l’Agenzia delle Entrate, appunto, richiedendo di iscriversi al VIES.

L’opzione per richiedere l’iscrizione VIES si esprime direttamente nella dichiarazione di inizio attività oppure, successivamente, telematicamente, in modalità diretta, compilando il campo Operazioni Intracomunitarie del quadro I dei modelli AA7, soggetti diversi dalle persone fisiche o AA9, imprese individuali e lavoratori autonomi, o tramite gli intermediari abilitati.

Allo stesso modo, il contribuente, può manifestare alla Agenzia delle Entrate la volontà di recedere dalla iscrizione VIES in qualsiasi momento. La revoca dall’iscrizione VIES si può effettuare solamente attraverso i servizi telematici.

File