Riconoscimento di Debito – Fac Simile

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile riconoscimento di debito.

Il riconoscimento di debito è un istituto giuridico per mezzo del quale il debitore riconosce l’esistenza di un proprio debito, non si tratta di un fatto costitutivo di un debito ma ricognitivo. Per questo motivo, dal punto di vista giuridico, viene chiamata ricognizione di debito.

L’effetto più importante connesso al riconoscimento di debito è l’inversione dell’onere della prova, normalmente è onere del creditore dimostrare che vanta un dato credito nei confronti di un terzo. Per mezzo della ricognizione di debito, invece, sarà il debitore a dovere dimostrare di avere estinto il dato debito, qualora ciò non avvenga ci sarà la presunzione che il debito sia ancora da estinguere.

Risulta essere facile comprendere, dunque, come il riconoscimento di debito sia un documento molto importante per il creditore che così viene liberato dall’onere di provare il proprio credito nel caso dovesse recuperare giudizialmente il proprio credito.

Ovviamente, nel caso il credito sia vantato verso differenti soggetti, dunque per le obbligazioni solidali, il riconoscimento di debito varrà solamente nei confronti di quel creditore che lo ha riconosciuto e non sarà opponibile agli altri creditori in solido.

Molto spesso, infine, la ricognizione di debito viene accompagnata da una promessa di pagamento, ovvero dall’impegno, assunto dal debitore, di pagare il dovuto nei tempi e modalità che possono essere indicati nella promessa stessa.

Va detto inoltre che la giurisprudenza distingue due differenti riconoscimenti di debito, quello puro e quello titolato.

Mentre nel riconoscimento di debito puro viene riconosciuto il rapporto giuridico che ha dato origine al debito, in quello titolato si riconosce solamente il debito dovuto a un dato titolo di credito, senza specificare il rapporto giuridico sottostante che ha determinato l’emissione di quel titolo di credito.

Tra le due tipologie quella preferibile è sempre il riconoscimento di debito puro che blocca le possibili azioni difensive del debitore, il quale non potrà apporre scuse al mancato pagamento.

Nella ricognizione di debito titolato, invece, il debitore, pur avendo riconosciuto il proprio debito derivante da uno o più titoli di credito, potrebbe pur sempre apporre delle eccezioni dovute al rapporto giuridico sottostante il titolo non pagato.

Dal punto di vista processuale, dunque, mentre il riconoscimento di debito puro dispensa totalmente il creditore dal dimostrare in sede giudiziale il rapporto giuridico che ha determinato quel dato debito, la ricognizione di debito titolato non permette tale dispensa e il creditore sarà comunque tenuto a dimostrare da dove originasse il diritto di credito vantato per mezzo del titolo di credito che non è stato pagato dal debitore.

File