Modello Lettera Formale al Sindaco

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di lettera formale al sindaco da compilare e stampare.

Si tratta di un fac simile che può essere utilizzato come esempio per scrivere una lettera formare al sindaco.

Come Scrivere una Lettera Formale al Sindaco

Ogni cittadino ha il diritto, oltre che il dovere, di comunicare al sindaco della propria città gli aspetti che non vanno. Per esempio, una zona dove l’illuminazione non funziona, con grandi rischi per la sicurezza, oppure un certo quartiere dove non sono disponibili i cassonetti per la raccolta differenziata.
Se anche a te è capitato di imbatterti in problemi di questo genere, sappi che hai la possibilità di farli notare al primo cittadino della tua città attraverso la redazione di una lettera formale al sindaco.
Ecco perché oggi ti spiegheremo tutto quello che devi sapere in merito a questo importante strumento comunicativo.

La lettera formale al sindaco è uno strumento che ogni cittadino può utilizzare per comunicare al primo cittadino, o alla sua segreteria, una serie di problemi emersi nella zona che si frequenta abitualmente oppure in altre zone o quartieri della città.
Spesso, questo strumento viene utilizzato per segnalare malfunzionamenti relativi all’illuminazione pubblica e alla raccolta della spazzatura, ma può anche essere usato per muovere delle vere e proprie richieste ufficiali di intervento.
Ovviamente, trattandosi di una lettera formale, va redatta seguendo alcune importanti regole.

Una lettera formale al sindaco va scritta, come dice il nome stesso, utilizzando un registro ed un tono formali, ma senza per questo esagerare.
In altre parole, la lettera formale al sindaco deve essere redatta con un linguaggio pulito e semplice, senza scadere in banali adulazioni, che di certo non ti aiuteranno ad ottenere risposte o interventi da parte del primo cittadino.
Risulta essere sempre consigliabile scriverla in italiano perfetto e privo di strafalcioni grammaticali, evitando ovviamente di sollevare polemiche o di utilizzare una terminologia aggressiva, perché questo sicuramente provocherà una mancata risposta dal primo cittadino, dato che sicuramente non supererà la prima selezione effettuata dall’ufficio del sindaco della tua città.
Il modo migliore per scriverla, quindi, è farlo usando un registro formale e trattando l’argomento con un tono che sia quanto più possibile oggettivo.

Quando scrivi una lettera formale al sindaco, si presume che tu abbia delle ottime motivazioni per farlo, dunque l’argomento deve essere trattato ed esposto in un modo idoneo alla persona verso la quale hai intenzione di rivolgerti.
Bisogna cercare di sollevare un problema senza dare direttamente la colpa al primo cittadino che, in quanto tale, se ne sarebbe già dovuto occupare senza alcuna sollecitazione da parte tua.
In caso contrario, anche se lo farai inavvertitamente, potresti suscitare il suo disappunto e portarlo a cestinarla. Dunque devi essere molto abile nel sottolineare una cosa che non va, ma senza dare colpe specifiche a qualcuno.

Adesso che conosci il tono ed il registro migliori da utilizzare quando scrivi una lettera formale al primo cittadino, devi anche capire come fare in modo che la lettura da parte del sindaco risulti veloce e chiara.
Già detto del fatto che devi evitare inutili formalità, epiteti o termini troppo aulici e ricercati, devi per prima cosa chiarire sin da subito qual è il problema che intendi sottoporre alla sua attenzione, dunque specificando questo nelle prime tre righe della tua lettera, evitando appunto qualsivoglia forma di polemica.
Inoltre, la lettera formale al sindaco è anche un’occasione preziosa per proporre una soluzione al problema che hai sollevato, e per richiedere quanto prima un intervento per porre rimedio alla problematica che hai riscontrato.

Fac Simile di Lettera Formale al Sindaco

La lettera formale al sindaco dovrebbe avere la seguente struttura
-Intestazione della lettera. Ovviamente è necessario inserire il mittente e il destinatario. Il mittente va indicato in alto a sinistra, il destinatario, invece, va inserito più in basso, allineato a destra, sotto a luogo e data della missiva.
-Oggetto della lettera. Dopo avere inserito mittente e destinatario, bisogna specificare l’oggetto della lettera, cioè la motivazione ìper la quale hai scritto la missiva. L’oggetto deve essere semplice e chiaro.
-Apertura e corpo del testo. Per aprire la lettera, è consigliabile utilizzare una formula di cortesia, così da rompere subito il ghiaccio con il proprio interlocutore.
Per esempio, è possibile scrivere Con la presente si comunica che.
Bisogna poi proseguire illustrando al destinatario le ragioni della lettera e le eventuali richieste.
-Conclusione. Nella conclusione bisogna congedare il destinatario adottando delle frasi di commiato, come
La ringrazio per l’attenzione
Resto in attesa di un suo cortese riscontro
La ringrazio in anticipo per il tempo dedicatomi.
-Firma e allegati. Per chiudere la missiva, è necessario inserire la firma in basso a destra, inserendo prima il nome e poi il cognome.

Il fac simile di lettera formale al sindaco presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.