Scadenzario Excel – Modello da Scaricare

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di scadenzario Excel da scaricare.

Nella vita familiare e professionale ricorrono numerose scadenze da tenere presenti, quali il pagamento delle tasse, la riscossione di pagamenti, l’accredito dello stipendio, il pagamento di stipendi, fornitori, etc. Ovviamente, in una struttura complessa come l’azienda, tali scadenze possono essere anche numericamente elevate e compito di un buon manager o di un buon titolare sarà certamente quello di dotarsi di uno strumento di lavoro, in grado di evitare crisi di liquidità anche solo momentanee. Gli appuntamenti, in verità, potrebbero riguardare non solo eventi come incassi e pagamenti, ma anche altre situazioni, come colazioni di lavoro, viaggi, conferenze, etc.

Lo stesso dicasi per una famiglia, che a scadenze regolari è chiamata a pagare l’affitto, il mutuo, le bollette, a compiere spese, nonché ad incassare lo stipendio e altre forme possibili di entrate.

Per fare in modo che tutto ciò abbia una gestione ordinata, da anni esiste la possibilità di fare ricorso ad Excel, il foglio di lavoro Microsoft, diffuso praticamente presso tutte le case, grazie al PC in cui si trova generalmente installato in modo automatico.

Creare uno scadenzario con Excel risulta essere piuttosto semplice.

Per prima cosa, entrate in Excel e se non ce l’avete ancora, installatelo nel vostro computer. Il primo passo da compiere sarà di selezionare la nuova agenda e di cliccare sulla prima casella della colonna B. In essa, che vi apparirà immediatamente col bordo in grassetto, inserirete la data da cui intendete partire per crearvi uno scadenzario. In basso a destra, vedrete un quadratino nero. Cliccateci col tasto sinistro del mouse e trascinate per sei righe. In questo modo vi siete creati una settimana. A questo punto, potete decidere di colorare in modo diverso i giorni della settimana. Per esempio, potete mettere in evidenza con un colore diverso rispetto agli altri giorni della settimana, o colorando solo questi, il sabato e la domenica. Evidenziate la casella col numero più le sei sottostanti, cliccate sul quadrato nero che si è formato e allargate la selezione fino alla fine dell’anno. Così facendo, avrete suddiviso l’anno in settimane numerate. Risulta essere chiaro che le colonne che andrete ad utilizzare potrebbero essere numerose, a seconda delle esigenze. Ad esempio, se nella B avete inserito la data, nella C potrete avere il bisogno di riportare gli importi, nella D il nome dell’azienda e così via.

Ma una settimana potrebbe rivelarsi uno scadenzario poco utile, con la conseguenza che dovreste aggiornarlo settimanalmente, di fatto mancando lo scopo che vi eravate prefissi. Per questo, anziché trascinare in basso per sei righe, sul suddetto quadratino in basso a destra cliccate e trascinate con mouse a sinistra e per 364 caselle. In questo modo vi siete creati uno scadenzario dalla durata di un anno.

A questo punto dovreste scrivere le scadenze nelle caselle a fianco a ogni data corrispondente e potreste trovare utile suddividere l’agenda in 12 fogli, in modo da ottenere uno scadenzario mensile. Per fare questo, bisogna selezionare le settimane che si vogliono spostare, cliccare il tasto destro del mouse e scegliere copia. Vi spostate, a questo punto, su un altro foglio di lavoro e incollate la selezione effettuata nella pagina. Adesso, dovete salvare le modifiche, in modo che il lavoro compiuto sia conservato e che il programma vi invii le notifiche relative alle scadenze che avete riportato. Ovviamente, i fogli di lavoro sono sempre modificabili e aggiornabili di volta in volta che dovreste inserire nuove scadenze.

Per i più scettici è importante ricordare come lavorare con Excel sia estremamente importante, dato che tutte le aziende ne richiedono la conoscenza, meglio se ottimale. Si tratta di un foglio di lavoro non estremamente complesso, ma che implica una certa dimestichezza, che si può apprendere con l’uso nel tempo. Partire dallo scadenzario potrebbe essere una buona idea, perché sarebbe un’operazione elementare per imparare la gestione di fogli di lavoro più complicati e meno immediati.

Se non volete creare uno scadenzario con le istruzioni che abbiamo segnalato in precedenza, è possibile scaricare il modello Excel presente in questa pagina e modificarlo in base alle proprie esigenze.

File