Modello Scheda Valutazione del Personale

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello scheda valutazione del personale da compilare e stampare.

La scheda di valutazione del personale è uno strumento molto importante all’interno di un’azienda. Questo per via del fatto che ha lo scopo di misurare le prestazioni dei dipendenti. Di riflesso, la raccolta di questi dati porta a capire quali dipendenti hanno raggiunto i propri obiettivi e quali invece si sono dimostrati meno capaci. Il risultato di tutto questo processo premiare con un benefit i migliori e incentivare gli altri ad alzare l’asticella. In sintesi, si spingono le proprie risorse umane a crescere e a fare crescere di conseguenza l’azienda. Vediamo dunque di approfondire questo argomento così importante.

La scheda di valutazione è uno strumento che permette, come dice il nome stesso, di valutare le risorse umane. Si tratta di documenti che possono, però, avere anche diverse forme. Le tipologie di scheda per valutare il personale cambiano a seconda degli obiettivi. Un’azienda potrebbe essere interessata a scoprire, in termini numerici, il successo di un dipendente. Oppure potrebbe volere ottenere una valutazione caratteriale o psicologica del proprio team di lavoro.

Una delle schede valutative più importanti è quella che prende in esame le prestazioni dei dipendenti. Per costruire queste schede bisogna innanzitutto fissare un obiettivo, e in base a quello procedere alla valutazione. In pratica, si analizza in che modo si è comportato il dipendente per raggiungere l’obiettivo. Dunque in questo caso vengono misurate le sue prestazioni, e successivamente gli viene comunicato l’esito. Una seconda tipologia di scheda di valutazione del personale è quella basata sulla misurazione delle competenze. Qui si tratta di qualcosa di molto intuitivo, dato che lo scopo è quantificare il livello di conoscenze di un dipendente in un certo settore. Risulta essere anche possibile valutare le potenzialità delle proprie risorse umane. In questo caso, però, il risultato ottenuto altro non è che una previsione.

Esistono altre due tipologie di schede valutative, quelle relative alla valutazione della personalità del lavoratore e quelle orientate invece alla valutazione dei comportamenti. Nel primo caso si tratta di schede molto specifiche, che vengono di solito preparate da psicologi professionisti. Sono schede di completamento, inutili da sole ma molto utili per arricchire le altre schede di valutazione. Nel secondo caso parliamo di una vera e propria valutazione del comportamento del dipendente. Risulta essere utile per determinare quale comportamento ha usato un lavoratore per completare un certo obiettivo.

Vediamo, all’atto pratico, come si prepara una scheda di valutazione del personale. Anche qui esistono diverse tecniche che possono essere intraprese. Risulta essere, per esempio, possibile valutare il team prendendo come riferimento il numero di obiettivi portati a compimento, insieme agli errori. Per esempio, un operaio potrebbe avere prodotto 1.000 pezzi in un certo lasso di tempo, sbagliandone 50. Un altro modo per valutare il personale è ricorrere alle schede di graduatoria. Qui si stabilisce il livello di prestazione di ogni risorsa e la si ordina in scala, partendo dal migliore. Risulta utile quando i valori numerici dei lavoratori sono simili tra loro, dunque serve ad aggiungere un ulteriore elemento discriminante.

Un modo per realizzare una scheda valutativa dei comportamenti è la tecnica di ancoraggio numerico. In questo caso bisogna partire da una tabella con una lista di comportamenti, ognuno dei quali accostato ad un numero preciso. Poi ogni numero andrà assegnato ad un dipendente, in base alla correlazione comportamentale. Altri metodi per valutare il lavoratore sono le schede di checklist, quelle basate sugli eventi critici e le classiche schede a questionario o ad intervista.

Modello Lettera Cambio Coordinate Bancarie

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello lettera cambio coordinate bancarie da compilare e stampare.

In questa guida scopriremo come scrivere una lettera per comunicare il cambio di coordinate bancarie. Si tratta di un’operazione spesso necessaria, e non sempre dipendente da noi. Del resto, quando le coordinate del conto corrente cambiano siamo tenuti a comunicarle ai soggetti terzi o ai clienti. Questo per via di operazioni quali l’accredito dello stipendio mensile. Ecco perché oggi vedremo di approfondire questo discorso, gettando le basi di una potenziale lettera di questo tipo.

Prima di vedere come scrivere questa lettera, è utile sondare i casi nei quali dovremmo comunicare il cambio dell’IBAN. Come detto poco sopra, non è detto che questo cambiamento sia dipeso da noi. Potrebbe essere stato l’istituto di credito a procedere in questa direzione. Si tratta di un’evenienza che capita, per esempio, quando una certa banca viene annessa ad un gruppo più grande. Esistono anche altre casistiche di questo tipo. Inoltre, potresti essere tu ad avere cambiato il tuo IBAN. Magari perché hai semplicemente scelto di migrare verso un altro istituto di credito. In ogni caso, la comunicazione delle nuove coordinate bancarie richiede spesso la scrittura di una lettera o dichiarazione.

Vediamo come scrivere una lettera per comunicare il cambio delle coordinate bancarie. Non si tratta affatto di un’operazione complicata. La dichiarazione deve essere infatti molto breve e concisa, e risulta essere possibile sfruttare un modello apposito per questa comunicazione. La lettera dovrebbe cominciare con una formula come Gentile cliente A tutti i clienti. A seguire dovrebbe sempre trovarsi l’oggetto della dichiarazione. In questo caso, ovviamente, si tratterà della comunicazione cambio coordinate IBAN o bancarie. Serve anche scrivere due righe, giusto per specificare meglio la richiesta della lettera. Potrebbe andare bene una frase del tipo, Con la presente, Le chiedo di modificare le coordinate del Nostro conto corrente bancario, in virtù della nostra collaborazione.

Naturalmente nella sezione successiva dovrai specificare i nuovi riferimenti bancari. Qui dovrai indicare il tuo nuovo codice IBAN, la nuova banca di riferimento e il suo indirizzo. Esistono comunque altre informazioni necessarie per rendere efficace questa lettera. Per esempio, è sempre buona norma specificare l’esatto periodo di decorrenza del cambio. Potresti per esempio scrivere, Le comunico che la variazione delle coordinate bancarie decorrerà dal 1 maggio 2018. Di conseguenza, il rapporto in essere dovrà essere regolato sul conto sopra citato. Inserire questa informazione risulta di fondamentale importanza. In assenza della specifica di una decorrenza precisa, è possibile che il soggetto terzo accrediti il pagamento sul vecchio conto.

Prima di chiudere la lettera, ti conviene sempre inserire un qualsiasi recapito. Puoi specificare una mail oppure un numero di telefono. Potrai anche aggiungere che, in caso di problemi, il cliente o i clienti potranno contattarti ai suddetti recapiti. Una formula interessante, per specificare tutto questo, è la seguente, In caso di problemi relativi ai bonifici, si prega di contattarci al numero X o all’indirizzo di posta elettronica Y. Infine, puoi chiudere con una frase come Distinti saluti. Non dimenticarti di apporre la tua firma in calce alla lettera.

Non è sempre possibile comunicare le coordinate tramite lettera. La possibilità di utilizzare una lettera o meno dipende sempre dall’ente che stai contattando. Naturalmente la dichiarazione può essere usata per gestire i tuoi rapporti lavorativi con clienti terzi. In caso di rapporti con enti pubblici come il Ministero dell’Istruzione, per esempio, la semplice lettera non basta. Spesso è infatti necessario compilare dei moduli online o tramite altri sistemi telematici. In altri casi ti viene concessa la lettera, ma solo tramite raccomandata.

Modello Lettera Aumento Prezzi

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello lettera aumento prezzi da compilare e stampare.

Imparare come scrivere una lettera per aumento prezzi è un ottimo sistema per ottenere questo beneficio, ma senza perdere i propri clienti. Purtroppo, chiunque possegga un’attività sa che il mercato è volubile e muta di continuo. Alle volte aumentare i prezzi è una necessità di cui non si può fare a meno. Chiaramente non si tratta di un’operazione esente da rischi. I clienti potrebbero stranirsi per questo aumento repentino, e rivolgersi alla concorrenza. Di contro, con una lettera scritta per l’occasione, avrai l’opportunità di spiegarti con loro e di fargli accettare la nuova situazione

Esistono precise tecniche di comunicazione da impiegare all’interno delle lettere di questo tipo. In primo luogo non bisogna mai chiedere scusa per l’aumento e giustificarsi dando la colpa ad altri fattori esterni. Anche quando aumentano i costi affrontati dall’attività, è importante dirlo ma tenendo comunque un tono positivo. Frasi come abbiamo dovuto aumentare il tariffario per via dei costi non sono particolarmente indicate. Al contrario, è meglio fornire questa motivazione in chiave positiva. Per esempio, I nostri costi sono saliti e abbiamo deciso di apportare una serie di modifiche alle nostre tariffe. Di contro, continueremo a offrirvi la migliore qualità insieme ad alcuni extra. In questo modo è possibile far leva su un valore aggiunto, così da dare un significato tutto diverso alle nuove tariffe.

Il valore risulta essere, ancora una volta, un elemento preziosissimo. In una lettera per aumento prezzi, infatti, è opportuno sottolineare sempre il valore di ciò che offri. Il valore è l’insieme di quei fattori che ti distinguono dalla concorrenza, e che hanno portato un cliente a scegliere te e non un tuo concorrente. Non c’è niente di male nel ricordare ai tuoi clienti cosa li ha spinti a preferire te. Anzi, è un ottimo modo per accompagnare l’aumento dei prezzi e per giustificarlo puntando sulla qualità che rappresenta il tuo marchio. Potremmo definire questo valore come storico, in quanto è il frutto di un rapporto tra azienda e cliente che dura da tempo.

Potresti scrivere una frase di questo genere:, Caro cliente, l’azienda è cresciuta nel tempo e lo ha fatto grazie a te. Nel corso degli anni abbiamo avuto sempre e solo un obiettivo, farti felice. Adesso il nuovo tariffario ha lo scopo di consentirci di continuare a offrirti il massimo della qualità. In più, abbiamo deciso di aggiungere dei bonus per gli utenti che si sono dimostrati affezionati a noi.

Così facendo ricorderai al cliente quanto ha apprezzato il tuo servizio, dandogli una validissima giustificazione per il nuovo prezzo.

In entrambe le sezioni precedenti abbiamo citato gli extra e i bonus. Non c’è niente di meglio che l’aggiunta di qualcosa, per fare digerire un aumento di prezzo. Ovviamente dovrà essere qualcosa di valore, progettato per stimolare i clienti a rimanere fedeli al marchio. Non è facile, questo è chiaro, nonostante molte persone non acquistino basandosi solo sul prezzo, c’è chi lo reputa uno dei fattori primari. Anche in assenza di bonus, esistono comunque delle soluzioni alternative. Potresti perfezionare un prodotto o servizio, oppure ricorrere all’estensione della garanzia. Quello che conta è dare al cliente la percezione di ricevere un extra che sia tangibile.

Potresti anche offrire una versione ridotta di un prodotto o di un servizio, più base e più economica. In questo modo consentirai ai clienti più attenti al portafoglio di rimanere con te, senza dover per forza sostenere l’aumento. Infine, ricordati di inviare la lettera per tempo, comunicando l’aumento prima dello scatto dei prezzi.

Il fac simile lettera aumento prezzi presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.

Fac Simile di Lettera Commerciale Offerta Prodotti

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile di lettera commerciale offerta prodotti da compilare e stampare.

Sapere offrire un prodotto, prima di poterlo vendere. Risulta essere una regola non scritta che molti commercianti dimenticano, sottovalutando il potenziale delle lettere commerciali. Ogni lettera di questo tipo, infatti, diventa una preziosa occasione per presentare una certa offerta relativa a un prodotto o servizio. Più la lettera risulta efficace, più aumentano le opportunità di convertirla in ordini. Nonostante la fidelizzazione del cliente sia sempre al primo posto, anche l’aumento del numero di ordinazioni diventa cruciale. Per questa ragione, oggi ti spiegheremo come scrivere una lettera commerciale per l’offerta di prodotti.

Generalmente queste lettere o moduli vengono impiegati nel campo del commercio Business to Business. Questo significa che rappresentano uno strumento spesso utilizzato dalle aziende per rispondere alle richieste di altre aziende. Questo avviene frequentemente nel campo delle forniture di prodotti o servizi. Nello specifico, la lettera commerciale di offerta prodotti rappresenta una prima risposta ad un cliente. Il fornitore, attraverso questo documento, risponde al cliente con una potenziale offerta, una sorta di preventivo scritto e legalmente vincolante. Se l’offerta viene accettata e firmata, si stipula un accordo che presuppone poi l’avvio di un ordine. Ecco perché è importante che la lettera commerciale sia redatta in modo giuridicamente inappuntabile.

In realtà non è assolutamente necessario scrivere una lettera di questo tipo partendo da zero. Risulta essere infatti possibile scaricare diversi moduli precostruiti, da potere poi compilare nei campi mancanti. In questi campi, per esempio, vengono inserite informazioni come i dati aziendali, le condizioni delle offerte e ovviamente i dati del potenziale cliente. Di contro, il modello utilizzato dovrebbe sempre essere personalizzato dall’azienda che lo utilizza. Questo per via della necessità di differenziarsi dalla concorrenza dal punto di vista grafico. Il contenuto risulta essere altrettanto importante. Anzi, è il vero centro della lettera commerciale, perché dovrà descrivere il prodotto. Insieme alla descrizione, vanno inserite anche altre specifiche fondamentali.

Una delle più importanti è la descrizione del prodotto, contenente tutte le specifiche in riferimento a caratteristiche e quantità. Un’altra voce da includere è quella relativa all’offerta vera e propria. Si parla dunque del prezzo del prodotto o servizio, includente eventuali promozioni o sconti. Questi, però, è sempre meglio specificarli in una sezione a parte. All’interno della lettera dovranno figurare anche la data di presentazione dell’offerta e la data di scadenza. Tra le altre informazioni da inserire negli appositi campi del modulo, troviamo le condizioni per il pagamento, le specifiche dell’imballaggio e le indicazioni sulla consegna. Infine, è sempre meglio inserire almeno un recapito telefonico. Questo serve nel caso il potenziale cliente abbia domande o dubbi da rivolgere.

Il contenuto è bene che sia redatto in italiano impeccabile, e soprattutto chiaro e comprensibile. Risulta essere importante possedere una notevole capacità di sintesi. Questa dote serve per riassumere offerta e prodotto, fornendo comunque una panoramica completa di entrambi. La completezza di informazioni ha un ruolo fondamentale anche in senso giuridico. Se l’offerta risulta essere chiara e senza lacune, il documento risulterà non contestabile in caso di eventuali controversie legali. Come già detto, il formato della lettera dovrebbe essere sempre personalizzato e accattivante. Inoltre, è il caso di provvedere all’inserimento del nome di un responsabile.

Fac Simile Lettera di Richiesta Appuntamento Commerciale

In questa pagina mettiamo a disposizione un fac simile di lettera di richiesta appuntamento commerciale da compilare e stampare.

Ogni operazione di vendita, oggi, appare legata a doppio filo alla promozione del prodotto, ma anche della propria persona. Nessuno ospiterebbe in casa propria, o in ufficio, un venditore che non conosce. Purtroppo la concorrenza sempre più spietata, e l’enorme quantità di spam in mail, rende sempre più complesso ottenere un appuntamento. Le aziende questo lo sanno e, non a caso, ogni giorno sviluppano tecniche di marketing e di vendita sempre più avanzate. Rispetto al passato, la maggioranza di queste tecniche si è spostata dalle telefonate alle mail. Queste, infatti, risultano essere il canale migliore per poter raggiungere l’obiettivo. A patto che vengano utilizzate nel modo giusto. Ecco perché oggi ti spiegheremo come richiedere un appuntamento commerciale.

La telefonata commerciale potrebbe essere una soluzione, a dire il vero oggi molto rischiosa. Nessuno vuole essere interrotto durante le proprie attività, quotidiane o di lavoro. Una telefonata commerciale, dunque, rischia di giungere nel momento sbagliato, causando un danno enorme di immagine. Un potenziale cliente, indispettito da una chiamata per lui molesta, potrebbe in sintesi rifiutare la proposta. Al contrario, le mail sono meno invasive in quanto vengono controllate solo quando il cliente avrà il tempo per farlo. Esistono dunque una serie di tecniche che possono risultare utili per ottenere un appuntamento commerciale, usando la posta elettronica.

Richiedere un appuntamento commerciale via mail è un consiglio molto valido. Bisogna però farlo nel modo giusto, per evitare di essere etichettati come spam e di dire addio alla potenziale vendita. Vediamo come scrivere una mail commerciale, dunque. Per prima cosa occorre trovare un contatto valido del referente. In sintesi, non bisogna spedire la mail all’account generico dell’azienda, perché di sicuro verrà filtrato dallo spam. Una volta trovato il referente, lo stile grafico della mail balza in prima posizione. Mai utilizzare formati costruiti con immagini e formattazioni particolari, tipiche delle newsletter. In questo caso, infatti, è meglio scegliere per un testo visivamente semplice e agile. Per quanto concerne la scelta del font, Verdana e Arial risultano i più adatti.

Il contenuto di una mail commerciale richiede il rispetto di tre regole, presentarsi, esporre l’utilità del proprio prodotto o servizio, e cercare di ottenere un appuntamento commerciale. La presentazione del mittente deve essere chiara e sintetica, evitando frasi autoreferenziali come siamo i leader del mercato X oppure offriamo i migliori prodotti del mercato Y. La presentazione del prodotto è il centro della mail, e deve sempre sottolineare i vantaggi portati al potenziale cliente. Naturalmente alla base della mail deve trovarsi un obiettivo importante, per evitare di inviare messaggi a persone a caso. Qui è necessario evidenziare l’utilità di ciò che si offre per quella specifica persona o azienda, senza mai generalizzare. Infine la richiesta di appuntamento, che è bene specificare subito prima della presentazione del prodotto. In questo modo, il lettore studierà il prodotto già nell’ottica di poterne parlare con il venditore.

Definita la struttura della mail commerciale, è il caso di passare allo stile di scrittura. Stile che non dovrà mai essere complesso, per renderlo accessibile a chiunque e per non appesantirne la lettura. Risulta essere meglio usare un linguaggio formale ma snello, che punti subito all’obiettivo finale. Inoltre, conta tantissimo chiudere la lettera con una anticipazione importante, la telefonata. Una frase come Vi contatteremo a breve per fissare un appuntamento appare risoluta, e permette al commerciale di prendere il controllo della situazione. Non è mai il caso di chiudere con una call to action come Restiamo in attesa di un suo riscontro. Il cliente, infatti, tenderà a non recepire questo invito.

Il modello di lettera di richiesta appuntamento commerciale presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.