Modello Lettera di Recesso

In questa pagina mettiamo a disposizione un modello di lettera di recesso da compilare e stampare.

Il diritto di recesso da parte di un consumatore è garantito dalla legge e consente a chi ha sottoscritto un contratto di rescinderlo senza addurre motivazioni e senza dovere sostenere il pagamento di costi. Ovviamente la richiesta di rescissione del contratto trova una sua precisa modalità, può essere effettuata infatti scrivendo e inviando una lettera di recesso. La lettera non è affatto complessa da compilare, può essere scritta senza problemi anche su carta semplice, e successivamente inviata come raccomandata. Oggi vedremo dunque come scrivere una lettera di recesso  e tutte le informazioni importanti riguardanti questo diritto del consumatore.

La lettera di recesso è lo strumento che qualsiasi consumatore può utilizzare per sfruttare il  diritto di ripensamento, un diritto che gli consente di annullare un contratto d’acquisto di un servizio o di un bene di consumo. Il consumatore non ha l’obbligo di fornire alcuna motivazione per la propria volontà di recedere da un contratto, stipulato con qualsiasi tipologia di azienda. Tuttavia, esistono dei casi in cui decade questo diritto di recesso, il che impedisce o rende nullo l’invio di questa specifica lettera.

La lettera di recesso può essere sempre inviata, previa stipula di un contratto per l’acquisto di un bene o di un servizio, da parte di un privato. Questo fa immediatamente emergere un primo paletto, il diritto di recesso, infatti, non sussiste nel caso in cui un servizio o un bene di consumo venga acquistato da un professionista, avendo precedentemente indicato la Partita IVA del soggetto compratore. Va anche detto che il diritto di recesso appartiene solo ed esclusivamente al consumatore, questo significa che l’azienda non può inviare alcuna lettera di questa tipologia, anzi obbligata per legge a comunicare sempre e comunque al consumatore il suo diritto di recedere senza obblighi dal contratto. Senza obblighi significa che, oltre a non dovere fornire giustificazioni, il consumatore può sfruttare il proprio diritto di ripensamento senza dovere pagare.

La lettera di recesso può essere scritta quando un consumatore decide che non vuole attendere la naturale scadenza di un contratto, per sottrarsi all’acquisto di un servizio o un bene. Ma serve fare una precisazione importante, il diritto di recesso vale solo per la sottoscrizione di contratti al di fuori di un locale commerciale. Dunque online o a distanza. Come già specificato nell’introduzione, la lettera di recesso può essere scritta su carta semplice, e successivamente spedita all’azienda tramite posta raccomandata con ricevuta di ritorno. Inoltre, deve essere tassativamente scritta e inviata entro 14 giorni dalla stipula del contratto, in caso contrario, il diritto di recesso per l’acquisto di un bene di consumo o di un servizio decade.

Esistono anche altri metodi per inviare la lettera di recesso. Come, per esempio, la posta elettronica certificata PEC. L’invio della lettera di recesso garantisce al consumatore la restituzione dell’importo pagato per l’acquisto del servizio o del bene, entro e non oltre trenta giorni.

Il modello di lettera di recesso presente in questa pagina può essere scaricato e modificato in modo semplice e veloce.

File